Sogno d'amore - Musica a Scuola

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sogno d'amore

Ascolto musicale > Ascolto sec. XIX > Liszt

FRANZ FERENC LISZT
(1811- 1886)


Nell’ambito della sua copiosa produzione, Liszt annovera un notturno in cui riversa le molteplici sfaccettature della propria ispirazione romantica: dalla dolcezza alla passione più estrema, toccando tutte le corde emotive dell’animo umano. Nel notturno n° 3 (“Sogno d’amore”), infatti, questi aspetti vengono esaltati passando dalla pacata serenità dell’inizio alla drammaticità della fase centrale, per giungere, nel finale, a quella malinconica contemplazione che appartiene all’ispirazione di ogni compositore romantico.


Notturno n° 3 “Sogno d’amore”


La composizione si basa su un unico tema dal carattere dolce e sognante:



Questo tema è l’attore principale della breve, ma intensa composizione. Lo ascoltiamo una prima volta proposto con dolcezza, quasi a descrivere quel “sogno d’amore” che troviamo anche nel titolo.
Ma l’amore spesso si trasforma in un tumulto di sentimenti, descritti energicamente nella parte centrale grazie ad un accompagnamento vigoroso e alla riproposizione del tema stesso nel registro acuto del pianoforte:




Dopo una serie di veloci passaggi virtuosistici, tipici della scrittura pianistica di Liszt, la terza e conclusiva apparizione del tema ci riporta al clima soave e incantato dell’inizio.

Video tratto da: https://www.youtube.com/watch?v=Y4XEPdYO5mM
Torna ai contenuti | Torna al menu