Paganini - Musica a Scuola

Vai ai contenuti

Menu principale:

Paganini

Ascolto musicale > Musicisti celebri

Niccolò Paganini (1782 - 1840)

Nacque a Genova nel 1782. Grande violinista e compositore, iniziò i suoi studi musicali con il padre per continuarli a Parma insieme ad un solido studio della composizione. Condusse una vita giovanile sregolata, ma nonostante ciò, la sua straordinaria bravura gli fece ottenere la protezione della sorella di Napoleone Bonaparte, Elisa Baciocchi, principessa di Lucca e Piombino. Una lunga e brillante serie di concerti all'estero lo consacrò come straordinario virtuoso di violino. Nel 1817, a 35 anni, suonò a Roma suscitando una tale impressione che il Metternich lo invitò a Vienna. Ma, fin da allora, le precarie condizioni di salute gli impedirono di realizzare subito quel progetto. La cattiva reputazione, dovuta ad un comportamento apparentemente irreligioso, e una tecnica violinistica ineguagliabile, gli procurarono quella fama sinistra che lo accompagnò per tutta la vita indicandolo come un indemoniato. Persino il Vescovo di Nizza ne vietò la sepoltura in luogo sacro quando la morte lo colse nel 1840. La fama del violinista oscurò quella del compositore, che, al contrario, attraverso le sue opere influenzò profondamente il romanticismo contemporaneo. I suoi 5 concerti per violino e orchestra e i 24 capricci per violino solo rappresentano, infatti, una svolta fondamentale per la letteratura violinistica.

Torna ai contenuti | Torna al menu