Legame armonico - Musica a Scuola

Vai ai contenuti

Menu principale:

Legame armonico

Comporre > Armonia

Nell'utilizzo degli accordi è utile realizzare una buona condotta delle parti attraverso il cosiddetto “legame armonico”. In realtà si tratta di collegare gli accordi fra di loro per mezzo delle eventuali note comuni presenti tra due accordi consecutivi. Possiamo quindi dire che “il legame armonico è la successione di accordi per mezzo di una o più note comuni” (Cesare Carlini “Appunti di armonia complementare” G. Zanibon - Padova).


Nell'esempio in figura, il secondo accordo ha in comune con il primo la nota DO, che deve trovarsi nella stessa posizione dell'accordo precedente e cioè nella parte più alta.


Il terzo accordo della battura, invece, ha ben due note in comune con il secondo: la nota Fa e la nota La. Queste note devono ovviamente trovarsi nella stessa posizione che occupano nell'accordo precedente e cioè devono trovarsi nella prima e seconda parte dell'ultimo accordo.


Torna ai contenuti | Torna al menu