Concerto - Musica a Scuola

Vai ai contenuti

Menu principale:

Concerto

Ascolto musicale > Le Forme

IL CONCERTO


Concerto è una parola che deriva dal latino "concertare", nel senso di "unire", "mettere insieme" o anche "lottare". L'accezione moderna del termine indica genericamente una esibizione pubblica di musicisti appartenenti a qualsiasi genere musicale, ma il significato più profondo del vocabolo designa una forma musicale in cui gli strumenti "suonano insieme", "dialogano", perfino "lottano" , per giungere, alla fine, ad una conclusione comune.
Il Concerto solistico prevede dunque uno strumento solista, il protagonista, e un'orchestra che lo accompagna musicalmente dialogando talvolta con il solista.

Composto di tre parti (dette "tempi" o "movimenti"), prevede solitamente una struttura basata su due movimenti veloci inframmezzati da un movimento lento, secondo una struttura che può essere genericamente così schematizzata:

1° TEMPO "Allegro"
2° TEMPO "Adagio"
3° TEMPO "Allegro"


Solitamente il primo tempo è scritto in forma-sonata, così come avviene per la forma della "Sinfonia".  

Nel "Concerto grosso" secentesco il ruolo del solista è affidato a più strumenti, il "concertino", mentre il resto dell'orchestra, il "ripieno", dialoga efficacemente con i solisti.  

Quello che segue è lo straordinario tema del primo movimento del "Concerto n. 1 op. 23" per pianoforte e orchestra di  P. I.Čajkovskij:


  

Torna ai contenuti | Torna al menu